Un film d’animazione avvincente, una gioia per gli occhi e la costruzione dell’ambiente in cui si svolge il film che è stata molto apprezzata dagli amanti del genere fantascientifico. Ecco cosa riesce ad essere il nostro piccolo Wall E. Film che si posiziona sulla scia di “Kung Fu Panda” e “Alla ricerca di Nemo” .
La cosa bellissima è che il film è perfettamente comprensibile anche in assenza di dialoghi parlati.

Wall e: la storia di un piccolo robottino sul pianteta terra

Ci troviamo circa 700 anni nel futuro. Lo zoom del film parte con una vista del pianeta.
Altissimi grattacieli svettano sulla terra. Purtroppo però si tratta di vecchie città che ora sono ricoperte di spazzatura ben compattata in quadrati ordinati o ammucchiati l’uno sull’altro alla rinfusa. In tutto il pianeta sono una creatura è attiva. Wall E è l’ultimo dei robot funzionanti a energia solare. Lui raccoglie, compatta e deposita in ordinatissime pile alte quanto grattacieli la spazzatura.

La solitudine sulla terra del robottino

Wall E è solo sulla terra ma probabilmente nemmeno lo sa. La notte torna a casa, al suo deposito, che ha addobato con i tesori che ha salvato dalla procedure di stoccaggio. Si toglie le ruote, si mette in modalità di manutenzione e “dorme” per ricaricarsi e affrontare un nuovo giorno di lavoro. Una delle migliaia di giorno uguali da quando gli ultimi umani hanno lasciato la Terra e si sono stabiliti in orbita a bordo di gigantesche navicelle spaziali che ricordano lussuosi centri benessere.

Il modo di comunicare di Wall E

Il vocabolario di Wall E è composto di espressioni non verbali dati dallo spostamento delle calotte in cui ospita i suoi occhi e da un reportorio di squittii e fruscii elettronici che lo fanno sembrare decisamente umano.
La sua routine secolare va in frantumi dopo aver trovato una piccola piantina verde in perfetta salute. Poco dopo qualcosa di nuovo atterra sul pianeta. Si tratta di un’elegante astronave partita dalla nave spaziale orbitante Axiom. Da qui partono le vere avventure del nostro robottino.

Ma come vedere tutto il film comodamente a casa tua senza ulteriori spoiler?

L’ultimo decennio ha visto crescere in modo esponenziale la qualità dei contenuti, che se un tempo andavano riversati su CD e DVD, oggi sono fruibili dal web. Questo ha determinato un cambio radicale nelle necessità degli appassionati di serie TV. Se ai tempi di “Lost” per godersi una full immersion era indispensabile un lettore DVD ed il cofanetto completo della serie, oggi bastano un telecomando ed una connessione internet. Ma alzi la mano chi non ha mai avuto a che fare con quei fastidiosi problemi di caricamento dovuti al “buffering”.
Se anche tu ami goderti le tue serie TV preferite senza interruzioni e soprattutto con la massima qualità disponibile (la qualità dipende dalla connessione) dovrai avere una connessione oltre i 2,5 Mbps.  Se sei un fan di 4K o UHD non puoi prescindere dalla qualità della tua connessione, avrai bisogno della massima disponibile nella tua zona.

Stai cercando una nuova offerta internet oppure non sei più soddisfatto della tua?

Abbiamo selezionato le migliori offerte in base alla resa della connessione nello streaming di film e serie TV. Se stai cercando un’offerta con la quale riprodurre alla massima qualità contenuti e serie TV, non puoi fare a meno di una di queste tariffe. CLICCA QUI per scoprire tutte le offerte più convenienti e performanti!