La rivoluzione del Gaming-as-a-Service ha inizio!

Potresti aver già sentito il termine “gioco come servizio”, ma a seconda di dove lo hai sentito, non significa necessariamente che significhi quello di cui stiamo per parlare qui. La recente definizione di Gioco-inteso-come-servizio è giunta a due differenti accezioni nella comunità videoludica: una tecnologia in fase di espansione da un lato e un modello di sfruttamento economico pensato dagli sviluppatori dei videogames.

In quest’ultimo caso, le principali software houses stanno realizzando giochi con la previsione che i giocatori continueranno a pagare DLC e “loot box” per garantirsi la migliore esperienza in game.

Potremmo perdere le ore a parlare del Gioco-inteso-come-servizio considerandolo come modello di Business ma noi invece vogliamo affrontare quella parte della rivoluzione tecnologica che potrebbe portare giochi tripla A in full HD disponibili per tutti, senza limitazioni.

Perché utilizzare Cloud Gaming?

Anche considerando i compromessi che tocca accettare, è difficile resistere alla tentazione del servizio di cloud gaming. Alcuni servizi sono disponibili per meno di 10 Euro al mese. Un PC da 1000 Euro è performante al massimo per 4 anni dopodichè si passa a giocare a qualità grafiche via via sempre inferiori.

A conti fatti un pc ci costa molto di più rispetto ai 10 euro al mese del servizio di cloud gaming. C’è da considerare che in molti servizi di cloud gaming sono inclusi giochi tripla AAA senza pagare un supplemento.

Quei famosi 1000 Euro di cui si parlava poc’anzi però aumentano se si considera che dopo i primi 2 anni di possesso di un pc si pensa a fare dei piccoli upgrade alla componente hardware per mantenere la macchina sempre performante. Anche in questo caso i costi di gestione sono a favore dei servizi di cloud gaming.

Piccole considerazioni extra sul Cloud Gaming?

In più c’è da considerare, oltre a quanto si spende in totale, anche in quanto tempo è distribuito il tipo di spesa da affrontare. L’azione di acquistare un pc si compie nell’arco di un paio di mesi e quindi si tratta di una grande spesa in poco tempo se si decide di assemblarlo da soli. Il peso della spesa aumenta vertiginosamente se si acquista invece un pc preassemblato.

Grazie al cloud gaming si risparmia molto denaro grazie al supermanto del dispendio ecnomico legato all’acquisto di un pc da gaming ed è anche possibile giocare a tutti i più recenti video games senza eccessivi compromessi.

Un altro vantaggio è che il servizio di cloud gaming può viaggiare con te. Un buon pc portatile da gaming che si confronta con un desktop costa molto di più e probabilmente ha anche dei compromessi. Per chi viaggia spesso la soluzione ideale resta sempre una piattaforma laptop e in questa direzione i servizi di cloud gaming offrono una potenza di gioco impensabile permettendo di giocare a dettagli elevati anche con un dispositivo leggero come un ultrabook.

Alcuni servizi di cloud gaming includono anche giochi compatibili come parte dell’abbonamento. Questo offre la possibilità di scegliere da una vasta libreria senza acquistare nuovi titoli.

Conclusioni

Negli ultimi mesi la qualità delle sessioni di streaming sta aumentando vertiginosamente diventando una reale alternativa all’acquisto di una propria piattaforma (Pc o console). Voi che ne pensate? La rivoluzione del gaming ha davvero inizio?

 

Cerchi altri contenuti a tema? Clicca qui e scopri tutti gli articoli più interessanti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *