Cambiare operatore telefonico prima della scadenza naturale del contratto può essere legato a tanti fattori. Solitamente sono 3. Il primo è la scelta di interrompere la fornitura dell’utenza telefonica. La seconda è la scelta del passaggio a un diverso operatore presente sul mercato. La terza è la rescissione del contratto a seguito di variazioni contrattuali decise dal vecchio fornitore di servizi.
Ma come fare la disdetta del contratto wind?
Oltre alla “semplice” disdetta con i mezzi richiesti per farlo (Pec e Raccomandata A/r) è importante ricordare che devono essere restituite tutte le apparecchiature fornite in noleggio o comodato d’uso gratuito. In caso di recesso è possibile usufruire anche del diritto di ripensamento che può essere applicato nel caso di attivazioni recenti.

Disdetta wind: dal dirlo al farlo

Prima di procedere a passo spedito verso la disdetta del tuo contratto wind è importante tenere da conto i costi e i tempi connessi a questa decisione. La disdetta diventa effettiva dopo che trascorrono 30 giorni dalla data di ricezione della tua PEC o della tua Raccomandata A/r. Per la parte costi, può trattarsi di diversi addebiti che possono attivarsi in base alle clausole che hai firmato al momento dell’attivazione del servizio di telefonia.
Legati ai contributi di attivazione necessari per l’attivazione della linea telefonica o di nuovi servizi.
Connessi ai contributi di disattivazione per la disattivazione e l’interruzione degli stessi servizi (o della linea) di cui sopra.
Attribuibili ai contributi relativi all’eventuale riconsegna dei prodotti forniti in concomitanza del contratto.
Collegati all’addebito delle rate mancanti in caso di acquisto rateizzato di prodotti forniti in concomitanza del contratto.
Insomma prima della disdetta del contratto wind è davvero necessario farsi due conti in tasca e valutare se effettivamente è così importante cambiare operatore telefonico.

Disdetta wind: fino in fondo

Non è obbligatorio chiamare il 155 se si è davvero convinti di proseguire nella disdetta del contratto wind. Vi basta andare sul sito di wind, cercare la sezione di interesse e scegliere il modulo di recesso in linea con il vostro contratto.

I modelli effettivamente utili sono relativi a quelli sul ripensamento entro 14 giorni (se il contratto è stato stipulato entro questo termine di tempo) o i moduli di recesso linea telefonica con/senza telefono a noleggio.
Dopo aver correttamente compilato il modulo adatto alla vostra esigenza dovete scegliere il mezzo con il quale comunicare la vostra scelta corredando la vostra richiesta con la copia di un documento d’identità.
Invio tramite Raccomandata a/r
WIND Tre SpA
Servizio Disdette
Casella Postale 14155
Ufficio Postale Milano 65
20152 Milano
Invio tramite PEC all’indirizzo servizioclienti155@pec.windtre.it ed è importante ricordare che affinche la PEC sia valida deve essere firmata digitalmente in ogni allegato.
Alternativamente è possibile farlo chiamando il 155 o attraverso l’Area Clienti Wind dalla sezione Assistenza Guidata