Breaking Bad: il prologo su Walter White

La trama che guida Breaking Bad è una delle più umane, drammatiche e reali degli ultimi tempi. Dopo aver ricevuto la notizia di un terribile cancro allo stadio terminale, il chimico e ricercatore Walter White (Bryan Cranston), insegnante di scuola superiore, decide di provvedere alla moglie e al figlio adolescente disabile usando le sue considerevoli capacità per avviare un laboratorio di metanfetamine.

Breaking Bad è uno delle più grandi serie mai realizzate. Comico, orribile, esilarante e al tempo stesso di introspezione. La storia di un uomo morente spinto all’estremo per assicurare a sua moglie e alla sua famiglia un futuro economicamente stabile.

Breaking Bad: una stella “morente”

Il morente in questione è Walter White che lotta contro il cancro ai polmoni di cui abbiamo parlato giusto pochi istanti fa.

Insieme al suo ex allievo Jesse Pinkman, l’insegnante si trasforma in un vero criminale nel momento esatto in cui realizza quanto sia facile per lui produrre e vendere metanfetamine cristallizzate.

Breaking Bad: un cast d’eccezione che rappresenta l’America degli eccessi

Ambientato e girato ad Albuquerque, nel New Mexico, abbiamo la rappresentazione stereotipata di tutti i “tipi” caratteriali che si possono trovare in America. Soprattutto in New Mexico. La serie, creata da Vince Gilligan, ha fatto conoscere agli spettatori uno straordinario cast d’ensemble, tra cui Anna Gunn (come moglie di White Skyler) e RJ Mitte (come suo figlio Walter Jr.)

Il resto della famiglia comprende la sorella Marie Schrader (Betsy Brandt). Suo marito Hank (Dean Norris), un agente dell’agenzia antidroga americana (DEA) sulle tracce del misterioso Heisenberg. Un losco individuo in grado responsabile della nuova ondata di droga sintetica arrivata in città.

L’avvocato Dodgy Saul Goodman (Bob Odenkirk), l’investigatore privato e riparatore Mike Ehrmantraut (Jonathan Banks) e il boss della droga e l’impresario del fast food Gus Fring (Giancarlo Esposito).

Breaking Bad: un piccolo (grande) capolavoro

Breaking Bad si è dimostrata una serie meravigliosa. Questa sensazione è stata confermata quando ha ottenuto 16 Primetime Emmy Awards, otto Satellite Awards, due Golden Globe, due Peabody Awards, due Critics ‘Choice Awards e quattro Television Critics Association Awards

E nel 2013, Breaking Bad è entrato nel Guinness dei primati come la serie televisiva più acclamata dalla critica di tutti i tempi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *