Gli Avengers preparano una trappola. Thanos arriva su Titano e viene accolto da Strange. Thanos rivela che Titano era la sua casa natale. La sovrappopolazione portò il pianeta alla rovina. Thanos aveva suggerito che metà della popolazione fosse uccisa randomicamente per salvare il pianeta.

Gli Avengers e l’imboscata a Thanos

Durante la conversazione tra Thanos e Strange viene preparata l’imboscata da parte dei Guardiani e un piccolo gruppo di Avengers di Iron Man e Spiderman. Thanos riesce a respingere da solo quasi tutti gli assalti finché Nebula trova il modo di distrlo. Alla fine Strange, Parker e Drax riescono a bloccare gli arti di Thanos mentre Mantis usa i suoi poteri per farlo addormentare. Stark cercare di strappare il Guanto dalla mano di Thanos. Tuttavia, quando Nebula deduce che Thanos ha ucciso Gamora, Quill si infuria e attacca il Titano Malvagio, facendogli riprendere conoscenza proprio quando la rimozione del Guanto era terminata

Ad un passo dalla salvezza su Titano

La lotta volge in favore di Thanos e mentre libera tutta la potenza delle Gemme dell’Infinito respinge tutti. Anche i due Avengers. Thanos quindi affronta e travolge Strange ma si rende conto che non ha mai usato la Gemma del Tempo nella lotta perché era nascosta. Prima che Thanos possa tentare di localizzara la Gemma, Iron Man lo attacca, ma viene rapidamente sopraffatto. Mentre Thanos si prepara a uccidere Stark, Strange accetta di consegnare la Gemma del Tempo a Thanos in cambio della vita di Stark. Thanos accetta e inserisce la Gemma nel Guanto.

Gli Avengers tentano il tutto per tutto

In Wakanda la situazione peggiora costringendo Maximoff ad allontanarsi da Visione per soccorrere gli altri Avengers. Nel mentre Corvus Glaive entra nel laboratorio dove si lavora per rimuovere la Gemma della Mente. Glaive tenta quindi di prendere la Gemma da Visione con la forza. Visione fugge sul campo di battaglia e tenta di contrattaccare. Corvus Glaive e Cull Obsidian lo sconfiggono. Banner arriva e riesce a uccidere Cull Obsidian nonostante sia ancora incapace di trasformarsi in Hulk mentre Rogers combatte contro Corvus Glaive. Nel frattempo Proxima Midnight viene uccisa. Nel susseguirsi degli scontri Rogers viene sconfitto, ma Visione riesce a salvarlo uccidendo Corvus Glaive. Con l’aiuto di Thor gli Avengers sembrano vittoriosi.

Lo scontro disperato nel Wakanda

Thanos si teletrasporta in Wakanda per ottenere la Gemma della Mente. Tutti gli Avengers si riuniscono per difendere Visione, ma Thanos li sconfigge senza sforzo, incluso Rogers, che è in grado di trattenerlo per un breve periodo Thanos, con grande sorpresa del Titano. Comprendendo che non hanno altra scelta, Visione chiede a Maximoff di distruggere la Gemma della Mente.
Lei accetta con riluttanza e distrugge la Gemma della Mente prima che Thanos possa ottenerla. Thanos usa il potere della Gemma del Tempo per invertire il tempo e strappare la Gemma della Mente dal cranio di Visione, uccidendolo per la seconda volta. Dopo aver raccolto tutte e sei le Gemme dell’Infinito, Thanos si prepara ad eseguire il suo piano, ma Thor arriva e prende Thanos di sorpresa, scatenando tutta la sua potenza e la potenza di Stormbreaker sul Titano in un tentativo di fermarlo all’ultimo minuto, ferendo gravemente Thanos.

La triste fine di molti degli Avengers

Thanos sopravvive all’attacco. Thor viene beffato dal Titano per non averlo colpito alla testa e fa schioccare le dita nel Guanto, completando così il suo piano. Thanos va nel Mondo delle Anime, dove vede una Gamora più giovane.
Thanos poi ritorna nel mondo reale, con il Guanto pesantemente danneggiato dall’enorme quantità di energia usata. Thor interroga furiosamente Thanos su quello che ha fatto. Il Titano semplicemente sorride e si teletrasporta via. Barnes si trasforma improvvisamente in cenere di fronte a Rogers. Allo stesso modo sparisco anche altri Avengers. Lo stesso effetto istantaneo lo subisce metà dell’esercito dei Wakandani. La stessa sorte colpisce T’Challa, Groot, Maximoff e Wilson, lasciando i sopravvissuti inermi ad assistere all’orrore degli effetti della sconfitta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *